Curiosità

Significati e proprietà del colore rosso in India

Se nel mondo occidentale, il colore rosso è sinonimo di sensualità, vitalità, ardore e vivacità, nella tradizione indiana il ‘vastu rudhira’ (colore rosso) è il colore della passione emozionale e spirituale indiana.
Nella pratica del Tantra il rosso è associato al 1° chakra sacrale (Muladhara).

La prima corpo(r)azione del rosso è legata al primo chakra della radice.

Il rosso nel Muladhara chakra agisce a livello emozionale e vibrazionale, purificando e riattivando energia.
E’ la tana della Kundalini. La spirale sacra del muladhara è formata da un loto con all’interno una consonante in sanscrito, i cui suono-mantra è : LAM.

Rosso = Fertilità

Il colore rosso, in Indi, è il simbolo della fertilità e rappresenta la Dea Madre chiamata anche Shakti. A tal proposito, per onorare tutte le forme della Shakti, gli indiani usano festeggiare la ‘Fertilità della Dea’ tramite un festival rosso ‘Ambubachi mela’ in cui ovviamente domina ovunque il rosso.

Rosso e Matrimoni Indiani

L’affascinante rosso accompagna gli sposi indiani all’altare! Le donne indiane quando si sposano, si vestono con eleganti saree rossi e spesso usano delle pietre rosse, tipo rubini, corallo rosso o diaspri rossi per adornarsi. Invece lo sposo è vestito con qualcosa di rosso o con un turbante indiano rosso.
Il colore rosso è molto amato e usato dagli uomini indiani perché è un colore audace e nelle caste indiane era usato soprattutto da guerrieri (Kshatriya).

Rosso: Bindi – Tilak – Sindor

L’India è la terra delle spezie e gli indiani si divertono e creano polveri colorate estetiche e vegetali a base di curcuma per vari usi. Le donne indiane usano questi composti colorati sui capelli chiamata ‘Sindur o Sindooram’  e per disegnare il ‘Bindi o Bindu indiano’ dal sanscrito ‘goccia o punto’ rosso, raffigurato sulla fronte vicino al 6° chakra (detto terzo occhio). Gli uomini indiani, invece, usano il ‘Tilak o Tilaka’ che è simile al Bindi ma anticamente il Tilak rosso era una goccia di sangue (vedi civiltà Aryan) che contraddistingueva le diverse caste di appartenenza, i seguaci di Lord Shiva si segnavano 3 linee orizzontali sulla fronte mentre i devoti di Vishnu applicavano il colore rosso a forma di U.
La stessa polvere vegetale viene versata sulle divinità indiane, sulle Yoni e simboli fallici in segno di prosperità.

Rosso Tantra e Rituali Indiani

Nella tradizione indiana, il colore rosso ha vari importanti significati e oltre ad essere il colore anti-iella, dalla pietra arenaria rossa indiana sono stati costruiti vari mausolei come l’imponente ‘Forte Rosso’ di Agra vicino a Delhi.
Un’altra sana e naturale curiosità è che sin dall’antica ‘cristallo terapia vedica’, vengono usate pietre di colore rosso per milgiorare il ‘sesso tantrico’ e calmare l’aggressività sessuale, donando energia pura e creatività.
Esiste poi un ‘Tantra Rosso’ o Vama Marga, che viene tradotto come sentiero della mano sinistra, ma ne parlerò in un prossimo articolo.
Nei Rituali Tantra, il colore rosso può essere usato in vari ‘formati olistici’ per un rito di armonizzazione energetica.

Rituali Tantra Indiani clicca qui:
https://www.tantratreviso.org/massaggi-tantra-treviso/