Curiosità

‘Otium’ Tantra: il riposo consapevole

Nella politica filosofica del Tantra, esiste anche l’opzione del dolce far nulla. Una buona filosofia di vita che adotta l’inoperosità (temporanea) come meccanismo di difesa naturale. Un buon pretesto per riequilibrare lavoro e piacere. A volte basta poco! Disconnettere la mente, chiudere gli occhi…oppure ritagliarsi dei momenti personali per un ‘ozio tantrico’ , un rituale per il piacere dell’anima e del corpo, dove rilevante è la concezione delle proprie emozioni, per un riposo passivo e un break rigenerativo.

Ozio Orientale – il Tantra

Nell’universo del pensiero orientale del Tantra, l’ozio non è sinonimo di pigrizia ma di miglioramento energetico. Gli orientali, con i loro rituali, sanno fare buon uso dell’ozio. Nella contemplativa civiltà indiana, l’ozio meditativo è un momento divino e sacro. L’otium Tantrico è benefico se si lascia perdere il proprio ruolo lavorativo e sociale, sperimentando la passività e rilassandosi in uno stato di resilienza tantrica. Stiamo vivendo in un’era super connessa e di costante relazione con varie persone alla volta e quindi sorge il bisogno di allentare i ritmi, di un po’ di leggerezza per la mente e di concedersi dei momenti offline. Ecco perché il popolo orientale predilige l’ozio nel ‘non fare’, nel ‘ricevere mistico e amore’, restando nel proprio tempio utopistico e sognante.
Oziare bene, significa anche rilassarsi in un’atmosfera ovattata  tramite un Serenity Tantra Relax di Soraya, per concludere in uno stato di ozio tantrico felice e spensierato. (spesso siamo connessi con il mondo ma non con noi stessi). Nel raffinato sistema di pensiero tantrico, l’ozio, è il fulcro dell’appagamento personale che porta ad uno stato di felicità e realizzazione dei desideri.
L’esperienza del piacere oziativo del mio rituale è un investimento di benessere fisico e mentale per una maggiore introspezione, un trattamento all’insegna del benessere totale.

Buon relax…soraya!